Shuhei Okawara e le sue (terrificanti) maschere iperrealistiche

Le mascherine all’ultimo grido in giappone? Sono quelle con le facce degli altri! L’idea è dell’imprenditore Shuhei Okawara, che si è inventato delle maschere iper realistiche modellate sui lineamenti di persone vere, che vendono il loro volto per poi farlo stampare in 3d – non vi proteggeranno dal coronavirus, ma se avete sempre sognato di cambiare faccia basta sganciare la bellezza di…

 

(Dall’articolo di Akira Tomoshige per www.reuters.com)

shuhei okawara con una delle sue maschere
Shuhei Okawara con una delle sue maschere

Nell’anno del Coronavirus e delle mascherine un imprenditore giapponese si è inventato una nuova variazione sul tema “camuffamento del proprio volto”. Come? Con una maschera iper realistica in 3d che modella i lineamenti di uno sconosciuto.

Ovviamente le maschere di Shuhei Okawara non proteggeranno né te né gli altri dal virus, piuttosto ti daranno l’aspetto esatto di un adulto giapponese non identificato.

 

“I negozi di maschere a Venezia probabilmente non comprano o vendono volti. Ma questo è qualcosa che probabilmente accadrà nelle storie fantasy “, ha detto Okawara a Reuters. “Ho pensato che sarebbe stato divertente farlo davvero.”


Le maschere di Okawara saranno in vendita all’inizio del prossimo anno per 98.000 yen (950 dollari) ognuna, e si troveranno solo nel suo negozio di Tokyo, Kamenya Omote, che vende accessori per feste e spettacoli teatrali.

Okawara ha scelto il suo modello di volto, che ha pagato 40.000 yen, tra più di 100 candidati che gli hanno inviato le loro foto quando ha lanciato il progetto a ottobre. Un artigiano ha poi rielaborato l’immagine vincente con una stampante 3D.

 

shuhei okawara con una delle sue maschere di fronte al suo negozio, kamenya omore
shuhei okawara con una delle sue maschere di fronte al suo negozio, kamenya omore

Okawara ha già realizzato una prima indagine di mercato, che suggerisce che la domanda per le sue maschere sarà forte. “Come spesso accade con i clienti del mio negozio, non sono molte le persone che acquistano maschere per il viso per scopi specifici. La maggior parte le vede come opere d’arte “, ha detto Okawara, che ha in programma di aggiungere gradualmente nuovi volti, inclusi alcuni dall’estero, alla formazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Carrello
Torna su