Olio CBD - THC free & Full Spectrum

I nostri olii CBD, sia in versione THC free in olio di cocco MCT, che Full Spectrum in olio di cocco MCT oppure in olio di semi di canapa HSO.

Vegano –  no OGM – senza pesticidi

Trattiamo due tipi di olio di CBD:  a spettro completo e CBD isolato. L’olio di CBD full-spectrum contiene altri composti della pianta di cannabis, come terpeni, altri cannabinoidi, e un massimo dello 0,3% di THC. D’altra parte, l’isolato di CBD non contiene THC.

Olio HSO e MCT

Olio di semi di canapa [HSO]

L’olio di canapa si ricava dai semi dell’omonima pianta (nome botanico Cannabis sativa), che lo contengono in percentuali vicine al 30%.

L’estrazione della componente grassa dai semi di canapa può avvenire con due metodi differenti:

  • Spremitura
  • Estrazione con solventi.

Olio di canapaL’olio di canapa presenta un colore variabile dal verde chiaro al verde intenso, ha un odore poco marcato e un sapore che ricorda quello delle nocciole.

Una volta raffinato, l’olio di semi di canapa appare di colore più tenue (quasi trasparente) e risulta meglio conservabile; tuttavia, perde gran parte del suo valore nutrizionale.

Olio di cocco MCT

Gli “MCT” sono una forma di acido grasso saturo.

È una fonte pura di acidi grassi. “MCT” è un’abbreviazione per la struttura chimica dell’olio – trigliceridi a catena media – chiamati anche acidi grassi a catena media.

Gli MCT prendono il loro nome proprio a causa della lunghezza della loro struttura chimica.

Tutti i tipi di acidi grassi sono costituiti da atomi di carbonio e idrogeno collegati.

Queste catene di molecole legate insieme sono corte, medie o lunghe a seconda del numero di carboni che hanno: i grassi a catena corta (come l’acido butirrico) hanno meno di sei carboni, quelli a catena media hanno da sei a 12 carboni e quelli a catena lunga (come gli omega 3) hanno da 13 a 21.

Rispetto agli acidi grassi a catena più lunga, gli MCT vengono assorbiti più facilmente perché il corpo ha meno lavoro da fare per rompere i legami di carbonio. 

Gli MCT sono quindi più piccoli, tali da poter permeare le nostre membrane cellulari più facilmente e non richiedono l’uso di enzimi speciali per essere utilizzati dal nostro corpo.

Carrello
Torna su