La Germania ci sta pensando?

Legalizzare la cannabis potrebbe portare alla Germania entrate fiscali annuali e risparmi sui costi di circa 4,7 miliardi di euro  e creare 27.000 nuovi posti di lavoro, secondo un sondaggio di martedì mentre i politici elaborano le regole per il settore in erba.

Il cancelliere in carica Olaf Scholz e i suoi socialdemocratici di centro-sinistra (SPD) sono in trattative con i Verdi, ambientalisti  e i Liberi Democratici (FDP), libertari e favorevoli agli affari, per costruire una coalizione a tre.

I negoziatori della SPD, dei Verdi e della FDP stanno ancora elaborando i dettagli del loro accordo di coalizione, comprese le regole secondo le quali la vendita e l’uso della cannabis ricreativa sarebbero permessi e regolati nella più grande economia europea.

Lo studio dell’Istituto per l’economia della concorrenza (DICE) dell’Università Heinrich Heine di Duesseldorf, e commissionato dall’associazione tedesca della canapa, ha trovato che la legalizzazione della cannabis potrebbe portare a entrate fiscali aggiuntive di circa 3,4 miliardi di euro all’anno.

Allo stesso tempo, potrebbe portare un risparmio di costi nella polizia e nel sistema giudiziario di 1,3 miliardi di euro all’anno, creando decine di migliaia di posti di lavoro nell’economia della cannabis.

Legalizzare la cannabis in Germania darebbe una spinta ad un mercato europeo in espansione che dovrebbe valere più di 3 miliardi di euro di entrate annuali entro il 2025, da circa 400 milioni di euro quest’anno, secondo l’European Cannabis Report della società di ricerca Prohibition Partners.

L’uso della cannabis per scopi medici è legale in Germania dal 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Carrello
Torna su