È stato scoperto un altro effetto benefico della cannabis negli adulti….

È stato scoperto un altro effetto benefico della cannabis negli adulti….

 

Un nuovo studio, pubblicato sull’European Journal of Internal Medicine, mostra che la cannabis medica può ridurre la pressione sanguigna negli adulti di 60 anni e oltre che soffrivano di ipertensione. La scoperta va attribuita ai ricercatori della Ben-Gurion University of the Negev (BGU) e della Soroka University Medical Center.

I pazienti dello studio sono stati valutati utilizzando il monitoraggio della pressione sanguigna 24 ore su 24, l’elettrocardiogramma, gli esami del sangue e le misurazioni del corpo, sia prima che tre mesi dopo l’inizio della terapia con cannabis.

I ricercatori incredibilmente hanno riscontrato una significativa riduzione dei valori di pressione sanguigna sistolica e diastolica nelle 24 ore, con il punto più basso che si verifica tre ore dopo l’ingestione di cannabis per via orale tramite estratti di olio o fumando. I pazienti, inoltre, hanno mostrato anche una riduzione della pressione sanguigna sia di giorno che di notte, con cambiamenti più significativi durante la notte.

Secondo i ricercatori, il sollievo dal dolore potrebbe anche aver contribuito a una riduzione della pressione sanguigna da parte dei soggetti del test. Questo è il primo studio del suo genere ad esaminare qualcosa del genere. “Gli anziani sono il gruppo in più rapida crescita di consumatori di cannabis terapeutica”, afferma il dottor Ran Abuhasira della BGU Faculty of Health Sciences. “Questo studio fa parte del nostro impegno continuo per fornire ricerca clinica sugli effettivi effetti fisiologici della cannabis nel tempo”.

La cannabis è sicuramente collegata a un gran numero di benefici: può essere utilizzata come un’arma contro i super-batteri ed è associata a un calo del 12% delle vendite di alcolici.

Facebook Comments

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.