54-46 Era il mio numero

Se parliamo di contaminazione tra cannabis e musica, rivolgere il pensiero alla Giamaica, a Bob Marley, Peter Tosh ed a quella generazione di musicisti è fin troppo scontato e banale.
Con il rastafaresimo la ganja (nome locale per la cannabis) assume un ruolo cerimoniale, diventa tramite tra l’uomo e Dio, e il suo consumo acquisisce un ruolo liturgico.

Con questa traccia del 1969, una dei primi “singoli” la cui popolarità valica i confini dell’isola caraibica, il reggae è invece ancora una parola relativamente nuova, che si affiancherà ed alla fine sostituirà le allora più comuni “ska” e “rocksteady”, che definivano quel tipo di ritmo, e la ganja non era ancora al centro delle tematiche dei testi…

Così Fred Hibbert, detto “Toots”, canta delle sue grane con la polizia, e di quel numero, 54-46, che gli era stato assegnato, quando venne arrestato per possesso di….erba. Ovvio, no?

“54-46 Was my number” è una canzone iconica della produzione giamaicana di tutti i tempi, ed è stata citata, cantata, copiata e campionata da innumerevoli attori della scena musicale isolana degli ultimi 50 anni.

Ma se quel giro di basso è arrivato anche nella East Coast americana, campionato da KRS-One di Boogie Down Production, questa traccia è stata omaggiata anche dai Clash, nel live di Londra di “Jail Guitar Doors” dove Joe Strummer termina la canzone con il verso “54-46 was my number, Right now someone else has that number”.”

Ma la troviamo anche nella colonna sonora di “Narcos”, e Toots & the Maytals” annoverano tra i fan anche Amy Winehouse, che cantava nei live “Monkey Man’, o David Bowie che considerava “Funky Kingston” uno dei 25 album più importanti (degli oltre 2500 della sua collezione di vinili) (Qui l’intervista del 2003 a Vanity Fair)

Stick it up, mister!
Hear what I say sir, yeah yeah
Get your hands in the air, sir!
Then you will get no hurt, mister, no no no

I said yeah (I said yeah)
What they say (listen what they say)
Don’t you hear? I say, yeah (yeah yeah)
Listen what they say (listen what they say)

Do you believe I would take such a thing with me
And give it to a police man?
I wouldn’t do that (ooh, ooh)
And if I do that, I would say “Sir
Come on and put the charge on me”
I wouldn’t do that, no (ooh, ooh)
I wouldn’t do that (ooh, ooh)

I’m not a fool to hurt myself
So I was innocent of what they done to me
They was wrong
They were wrong (ooh, ooh)

Give it to me one time (huh)
Give it to me two times (huh-huh)
Give it to me three times (huh-huh-huh)
Give it to me four times (huh-huh-huh-huh)

54-46 was my number
Right now, someone else has that number
54-46 was my number, was my number
Right now, someone else has that number

I said yeah (I said yeah)
Listen what they say (listen what they say)
Oh I say hear me now (yeah yeah)
Listen what they say (listen what they say)

Give it to me one time (huh)
Give it to me two times (huh-huh)
Gimme, gimme, gimme, gimme, gimme, gimme
Gimme, gimme, gimme, gimme
No, no, no, no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Carrello
Torna su